fbpx

Vacanze a San Felice Circeo: storia, mitologia e bellezza sul Tirreno

0
Contattaci
Contattaci
Aggiungi ai preferiti

Adding item to wishlist requires an account

377

CONTATTACI

* Nome/Rag. Sociale:
* Email:
Telefono:
* Richiesta:

NEWSLETTER IPERVIAGGI

Ricevi offerte dedicate iscrivendoti alla Newsletter IperViaggi!

Scegli la tua prossima vacanza

Dove vuoi andare?

CONTATTACI SUBITO

Siamo felici di aiutarti.
Compila il modulo di contatto online oppure contatta il nostro servizio clienti (Lunedì-Venerdì dalle 9 alle 18):

+39 02/40031644

info@iperviaggi.it

Seguici su Facebook

Cosa fare, cosa vedere, spiagge più belle: mini guida alla tua estate a San Felice Circeo

Vacanze a San Felice Circeo: la bellezza della natura, la forza della storia

San Felice Circeo Meteo

Vacanze a San Felice Circeo: storia, mitologia, bellezze paesaggistiche e spiagge incantevoli.

Affacciata su di un promontorio che si protende verso il Tirreno, la cittadina costiera della provincia di Latina dalle origini antichissime offre un vasto assortimento di attrazioni e divertimenti per le famiglie desiderose di trascorrervi le vacanze.

La sua collocazione geografica rese la località obiettivo strategico ambito e prezioso nel corso dei millenni, passata tra le mani di romani, longobardi e dello stato Pontificio, subendo saccheggi e devastazioni, come importanti ricostruzioni e fortificazioni.

Ogni angolo delle strade di San Felice Circeo ci proietta indietro di secoli, a stretto contatto con storie e personaggi di ogni epoca.

San Felice Circeo cosa vedere
Apri occhi e cuore alla meraviglia

VACANZE A SAN FELICE CIRCEO: COSA VEDERE

Sono infinite le possibilità di divertimento a San Felice Circeo, luogo magnifico molto apprezzato dagli amanti del mare e delle escursioni nella natura.

Tra le alte mura delle fortificazioni e le torri costiere, c’è molto da vedere nella zona dove tuttavia si trovano bellezze naturali da mozzare il fiato, a cominciare dalle numerose grotte situate lungo la costa.

ALLA SCOPERTA DELLE GROTTE

La maggior parte tra queste si trova alla base del promontorio, a diretto contatto con le acque del Tirreno. Tra quelle raggiungibili via mare ci sono la Grotta Breuil, molto ambita dagli appassionati di archeologia, la Grotta Azzurra, la Grotta del Prigioniero, dalla particolare struttura a due piani, la Grotta di Torre Paola, collocata sotto l’omonima torre, e la Grotta della Maga Circe.

Le altre raggiungibili anche via terra attraverso vari sentieri offrono altrettante attrattive: la Grotta del Fossellone, la Grotta dell’Impiso, la quale deve il proprio nome alla particolare stalattite posta sopra l’ingresso che ricorda un uomo impiccato, e la Grotta delle Capre.

La più celebre tra tutte resta però la Grotta Guattari, dove nel 1939 il paleontologo Alberto Carlo Blanc trovò reperti che dimostrarono la presenza, in epoca preistorica, dell’Uomo di Neanderthal.

CENTRO STORICO

Rimanendo invece in pieno centro abitato, ci sarà la possibilità di girovagare tra le strette vie dell’antico borgo medievale. Collocato in posizione più elevata rispetto all’abitato moderno sul livello del mare, offre panorami unici, affacciati sul mare.

Un luogo che sembra rimasto sospeso nel tempo, del quale afferrarne la magia. E non è forse un caso che proprio in questo promontorio risiedesse, secondo il mito, la maga Circe. Il monte deve il proprio nome proprio al mito, come la grotta in precedenza nominata faceva riferimento alla maga della quale si narra nell’Odissea.

La passeggiata tra le antiche stradine potrà culminare percorrendo Via del Faro, una strada di epoca romana che attraversa la scogliera fino a raggiungere il faro di Capo Circeo.

Al parco di Vigna la Corte sarà possibile osservare da vicino una parte delle antiche mura che circondavano la città in epoca medievale, periodo durante il quale avvenne la fortificazione del centro storico.

Non molto distante da San Felice Circeo si trovano i resti dell’antica villa dell’Imperatore Tito Flavio Domiziano, collocata nel territorio comunale di Sabaudia ma facilmente raggiungibile anche dal promontorio del Circeo.

migliori spiagge san felice circeo
Lazio da scoprire

Le migliori spiagge di San Felice Circeo e dintorni

Storia, esplorazione, avventura tra i boschi, in mezzo a sentieri e grotte. Il Lazio è anche questo.

Ma le tue vacanze a San Felice Circeo sono anche e soprattutto mare, splendente e cristallino, portatore di emozioni sempre uniche.

Abbiamo già accennato in precedenza alla possibilità di esplorare, a nuoto o con piccole imbarcazioni, le grotte nascoste tra le scogliere del promontorio. Vi sono tuttavia anche bellissime spiagge e stabilimenti balneari, in prossimità della cittadina collocata sul mare.

La Spiaggia del Porto si trova a distanza ravvicinata con il porto turistico, ma nonostante ciò non risente affatto della presenza della struttura, mantenendo le proprie acque cristalline e invitanti.

Vari stabilimenti si alternano a spiagge libere sia sul lungomare Circe che sul lungomare di Viale Europa. Punti perfetti e dall’elevata spettacolarità panoramica sono le spiagge in corrispondenza delle numerose torri che caratterizzano il profilo della costa del Circeo. Meravigliose le spiagge in corrispondenza di Torre Olevola e di Torre Vittoria.

Seguendo la costa e nei pressi delle già citate grotte, si possono trovare piccole spiagge da sogno, tranquille e isolate. La spiaggia in corrispondenza di Torre Paola segna il confine con Sabaudia. Le Batterie rappresentano un punto molto particolare e incantevole, quasi nascosto, raggiungibile a piedi da Via del Faro, caratterizzato da scogli, molto amati dagli appassionati di tuffi, che formano delle piscine naturali, il tutto all’ombra dei resti di un fortino di epoca napoleonica.

La Rinascente è una spiaggia molto simile per caratteristiche alle Batterie e si trova in prossimità della Grotta delle Capre, a metà strada tra il faro e Torre Fico. Vi è infine la Spiaggia del Prigioniero, raggiungibile solo via mare, un luogo appartato e tranquillo dove si trova l’omonima grotta, dalla particolare conformazione a due piani.

san felice circeo cosa fare
Sport, musica, divertimento e gastronomia

Vacanze a San Felice Circeo: cosa fare

Il tour delle grotte marine, da effettuare grazie a piccole imbarcazioni partenti dal porto turistico di San Felice Circeo, rappresenta una delle più suggestive tra le esperienze da poter realizzare ai piedi del promontorio che, visto da lontano, sembra un’isola dai contorni femminili.

Numerosi sono anche i percorsi via terra per visitare molte di queste grotte, vere e proprie passeggiate in mezzo ad una natura a tratti selvaggia, circondati dal verde della vegetazione che ricopre Monte Circeo, ma quasi sempre a picco sul mare.

Tra i percorsi più suggestivi vi è quello che da Torre Paola, sul versante opposto del promontorio rispetto al centro abitato di San Felice Circeo, attraversa la boscaglia arrivando a lambire la Grotta della Sibilla, una struttura di epoca romana che faceva parte di un’antica villa della quale è rimasto ben poco, al contrario della citata grotta, la quale svolgeva la funzione di cisterna.

Un altro percorso esplorativo che ripaga appieno gli sforzi con la bellezza dei paesaggi e dei luoghi che attraversa, è quello che conduce al Picco di Circe.

Sono in realtà tre le vie per arrivarci, una più suggestiva dell’altra, tutte accomunate dall’approdo a questa meraviglia della natura: una cima che spicca su tutte le altre e raggiunge i 600 metri di altezza, dove si trovava un tempio di epoca romana e dalla quale si gode uno spettacolo panoramico unico nel suo genere.

Il Picco di Circe segna il punto più alto del Monte Circeo e al contempo del Parco Nazionale omonimo, tra i più piccoli in Italia ma non per questo meno affascinanti. Ci si può avventurare seguendo un itinerario che conduce ai quattro laghi compresi all’interno del parco: Caprolace, Fogliano, Monaci e Paola.

Seguendo altre vie si possono attraversare i due boschi che contraddistinguono il parco: il bosco di pianura, più vicino a Sabaudia, e il bosco di montagna nella zona del monte denominata Quarto Freddo. Si chiama invece Quarto Caldo la zona del promontorio immediatamente più in basso, caratterizzata dalla cosiddetta macchia mediterranea e comprendente la scogliera che si tuffa nel Tirreno, disseminata di grotte, anfratti e da rare costruzioni umane, data l’aspra conformazione del territorio.

Con le Isole Ponziane a breve distanza, è inoltre possibile imbarcarsi sui traghetti in partenza dal porto turistico per raggiungere Ponza o fare un tuor dell’arcipelago.

VILLAGGI VACANZE IN ITALIA

Last minute, formula all inclusive, hotel e residence, il pacchetto vacanza che stai cercando: i migliori villaggi per famiglie in Italia, al miglior prezzo garantito.
WhatsApp chat
Tweet
Condividi