fbpx

Mare sicuro Estate 2019: più prevenzione, meno incidenti

0
Aggiungi ai preferiti

Adding item to wishlist requires an account

191

CONTATTACI

* Nome/Rag. Sociale:
* Email:
Telefono:
* Richiesta:

NEWSLETTER IPERVIAGGI

Ricevi offerte dedicate iscrivendoti alla Newsletter IperViaggi!

Scegli la tua prossima vacanza

Dove vuoi andare?

CONTATTACI SUBITO

Siamo felici di aiutarti.
Compila il modulo di contatto online oppure contatta il nostro servizio clienti (Lunedì-Venerdì dalle 9 alle 18):

+39 02/40031644

info@iperviaggi.it

Seguici su Facebook

La Guardia Costiera presenta i risultati dell'attività Estate 2019

Oltre 2.000 persone salvate, calano le richieste di soccorso: arrivano i frutti della campagna di prevenzione

Meno incidenti e più sicurezza. La campagna di prevenzione condotta da anni dalla Guardia Costiera sta dando i suoi frutti.

I dati dell’ operazione “Mare sicuro” relativi all’ ultima stagione estiva, presentati a Genova nella cornice della 59esima edizione del Salone Nautico, dicono infatti che quest’ anno ci sono state 692 richieste di soccorso da parte dei diportisti rispetto alle 716 dello scorso anno e che soltanto 95 richieste di soccorso hanno riguardato le condizioni avverse rispetto alle 190 della passata stagione.

“Segno che i diportisti sono più attenti anche se”, ha spiegato il capoufficio comunicazione della Guardia Costiera, Cosimo Nicastro, “questo dato può abbassarsi ancora perché è ancora incredibile che qualcuno possa uscire in mare senza accertarsi di come sarà il tempo”.

Nell’ operazione Mare sicuro, come è spiegato anche nell’ omonimo libro presentato nell’ occasione (edizioni San Paolo, nela foto), sono impegnati 3.000 uomini e donne della Guardia costiera, 300 mezzi navali e 15 mezzi aerei a tutela degli 8.000 km di coste del Paese, sul Lago di Garda e sul Lago Maggiore.

“Abbiamo salvaguardato 40 milioni di persone e un milione di unità da diporto che anche quest’ estate hanno potuto godere delle nostre spiagge e dei nostri mari in completa serenità e sicurezza”, ha spiegato l’ ammiraglio Giovanni Pettorino, ispettore capo della Guardia costiera. “E la sicurezza non è uno slogan, ma un valore essenziale per la nostra vita. Ci rendiamo conto dell’ importanza della sicurezza quando la perdiamo. Per non perderla, ogni giorno, ci sono gli uomini e donne del Corpo che la consegnano al nostro Paese”.

Nonostante il grande lavoro, però, anche quest’ anno, soprattutto per l’ imprudenza, in tanti hanno perso la vita. A fronte di 2.205 persone salvate, infatti, devono registrarsi anche 160 decessi per malore, sinistro o annegamento.

IL REPORT COMPLETO DI MARE SICURO 2019

Positivo, invece, il lavoro relativo alle campagne Spiagge Libere e Acque Libere – da quest’ anno incardinate nella più ampia operazione Mare Sicuro -, svolte rispettivamente a tutela dell’ambiente marino e della pubblica fruizione dei litorali. È stata restituita ai cittadini un’ area pari complessivamente a 376.924 metri quadrati. Per dare un’ idea un’estensione di spiagge e acque pari all’ area dello Stato Città del Vaticano. Sono stati requisiti 68.823 metri di rete da pesca illegale e salvate 30 tartarughe.

Infine è stata presentata la campagna ambientale “PlasticfreeGC”, promossa su tutto il territorio nazionale su mandato del Ministero dell’Ambiente, e volta a sensibilizzare la collettività sul problema dell’ inquinamento da plastica nei nostri mari e sulle nostre coste.

Per imparare a rispettare l’ ambiente è possibile da qualche giorno scaricare anche l’ applicazione plasticfreegc (sia su ios che su android) e ricevere, divertendosi, consigli utili per rispettare l’ ambiente. Con una funzione dedicata sarà anche possibile, a breve, segnalare l’ avvistamento di cetacei al largo delle nostre coste, contribuendo a censire la loro presenza nei nostri mari.

WhatsApp chat
Tweet
Condividi