fbpx

Hydrocarbot, il robot italiano che ripulisce i nostri mari dagli idrocarburi

0
Aggiungi ai preferiti

Adding item to wishlist requires an account

200

CONTATTACI

* Nome/Rag. Sociale:
* Email:
Telefono:
* Richiesta:

NEWSLETTER IPERVIAGGI

Ricevi offerte dedicate iscrivendoti alla Newsletter IperViaggi!

Scegli la tua prossima vacanza

Dove vuoi andare?

CONTATTACI SUBITO

Siamo felici di aiutarti.
Compila il modulo di contatto online oppure contatta il nostro servizio clienti (Lunedì-Venerdì dalle 9 alle 18):

+39 02/40031644

info@iperviaggi.it

Seguici su Facebook

Hydrocarbot: il robot amico del mare che assorbe gli idrocarburi

Quattro ragazzi liguri mettono a punto un rimedio efficace e sostenibile per contenere un problema spesso difficile da risolvere

“Il 29 Ottobre 2018, a causa di una mareggiata, il porto di Rapallo (GE) è stato distrutto, e con esso tutte le barche che accoglieva. Purtroppo anche tonnellate di carburante sono state riversate nel mare; per questo abbiamo deciso di cercare una soluzione al problema”. Così Giorgio Bernardini, Alberto Conte, Luca De Ponti e Tommaso Pavletic, quattro ragazzi dell’Istituto Superiore Liceti di Rapallo, in Provincia di Genova. 

Sono loro, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia del capoluogo ligure, ad aver progettato e costruito Hydrocarbot, il robot amico del mare.

Cosa fa? Ripulisce le acque dagli idrocarburi, svolgendo un’attività sempre più urgente alla luce della drammatica situazione nella quale versano i nostri Oceani. Grazie a Hydrocarbot le sostanze oleaose presenti sulla superficie dell’acqua potranno essere separate, recuperate e riutilizzate.

La spugna messa a punto dall’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) permette di assorbire queste sostanze inquinanti in un progetto green al 100%: il motore del robot è infatti alimentato da una batteria che si ricarica tramite un pannello solare. 

Tutto nato, appunto, da un fatto di cronaca (la mareggiata che ha devastato Rapallo) che è stato l’occasione per realizzare un progetto innovativo per un futuro migliore e sostenibile. 

“Molte parti del mondo erano già state colpite dall’inquinamento da idrocarburi e il fatto che questa volta si fosse verificato così vicino a noi, ci ha dato l’impulso per rimediare al danno in maniera concreta e fattibile”.

Il progetto ha vinto le Olimpiadi di Robotica 2019 e ora rappresenterà l’Italia alla FIRST Global Challenge che si svolgerà a Dubai dal 24 al 27 Ottobre: puoi sostenere i ragazzi liguri e il loro Hydrocarbot amico dei mari qui.

WhatsApp chat
Tweet
Condividi